L’elefante di Tamerlano – Le storie di Giufà

Una volta Tamerlano portò un elefante ad Akṣehir, obbligando i cittadini a nutrirlo e ad allevarlo a loro spese. I poveretti, che già soffrivano per la carestia, si trovarono così costretti a prendersi cura anche dell’animale.
Un giorno decisero di ribellarsi. Ma non sapevano quali iniziative assumere. Pensarono allora di rivolgersi a colui che era da tutti considerato il più saggio della contrada, Nasreddin Hoca. Andarono a trovarlo e gli dissero:
«Hoca, siamo stufi dell’elefante di Tamerlano! Tu sei il più saggio e sei anche l’unico in grado, con le parole, di convincere il tiranno a liberarci dall’elefante. Coraggio, noi ti sosterremo accompagnandoti!».
E così tutti si incamminarono dietro Nasreddin Hoca per andare da Tamerlano. Nasreddin Hoca incoraggiato da quel corteo che lo seguiva, avvicinandosi alla tenda disse:
«Tamerlano, siamo venuti qui a protestare!».
E mentre parlava si girò indicando la folla al suo seguito, ma non vide nessuno poiché alla vista di Tamerlano tutti erano fuggiti a gambe levate.
Il tiranno chiese:
«Perché protestate?».
E Nasreddin Hoca rispose:
«Vostra altezza ci ha dato un solo elefante da nutrire: i cittadini trovano che un unico esemplare sia insufficiente per cui ne chiedono un altro!».

Published in: on 26 dicembre 2011 at 10:53  Lascia un commento  

The URI to TrackBack this entry is: https://terredirlanda.wordpress.com/2011/12/26/lelefante-di-tamerlano-le-storie-di-giufa/trackback/

RSS feed for comments on this post.

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: